SEGUIMI sui social!

Newsletter gennaio 2024 – Isabella Tovaglieri

Ecco a te la mia newsletter che contiene un riassunto delle attività del mese di Gennaio.

Un abbraccio e buona lettura!

L’Europa vuole rottamare le nostre auto prima del 2035. La fermeremo!

Automobili diesel e benzina sempre di più nel mirino di Bruxelles. Un nuovo regolamento proposto dalla Commissione europea rischia di far sparire dalle strade le auto a motore endotermico ancora prima del fatidico 2035. Se sarà approvato il “Regolamento per la gestione dei veicoli fuori uso”, le auto obsolete dovranno infatti essere rottamate, anche se riparabili. Sarà sufficiente che una vettura rientri in alcune casistiche stabilite dall’UE – come avere il motore o i freni particolarmente usurati o avere un valore di mercato inferiore ai costi di riparazione – per essere considerata un rifiuto da smaltire obbligatoriamente. Fermeremo in ogni modo questa proposta assurda, che lede il diritto di proprietà, non tiene conto del valore d’uso e del valore affettivo dei veicoli, e che minaccia di penalizzare non solo i cittadini e i lavoratori che non sono in grado di cambiare l’automobile, ma anche tutto il settore delle nostre gloriose auto storiche.

Clicca qui sotto per guardare il mio intervento in plenaria a Strasburgo:

Salute, solidarietà, impresa e tradizioni: la politica ascolta le voci del territorio

Sono davvero tante le eccellenze e le tradizioni che fanno pulsare il nostro territorio e che meritano l’attenzione della politica e delle istituzioni. Per questo sono stata felice di partecipare ad alcune importanti iniziative, come l’inaugurazione del nuovo ambulatorio LILT di Casorate Sempione, fondamentale per la prevenzione delle malattie oncologiche, e la partita benefica Trofeo della Befana della Ternatese Calcio per raccogliere fondi da destinare all’associazione Ponte del Sorriso di Ternate, che organizza attività per i bambini ricoverati in ospedale. Non sono mancate le occasioni per dimostrare la mia vicinanza anche ai settori imprenditoriali più preoccupati per le conseguenze di alcuni contestati provvedimenti collegati alla Svolta Verde europea: gli agricoltori e gli allevatori, che ho incontrato alla Fiera Agricola Commerciale Artigianale di Lonato del Garda (BS), e i motociclisti, con cui ho potuto confrontarmi alla Motor Bike Expo di Verona. Spazio infine alle tradizioni, con la partecipazione alla Gioeubia di Busto Arsizio, un rito secolare che unisce parrocchie, scuole e mondo associativo di tutta la città.

NO CIBO SINTETICO, L’EUROPA DIFENDA IL MADE IN ITALY!

Clicca qui sotto sotto per guardare il mio intervento a
Diario del Giorno del 23 gennaio:

Miele artificiale, vietare l’ingresso nel mercato UE a tutela di apicoltori e consumatori

Oggi quasi la metà del miele importato dai Paesi extra UE è contraffatto, adulterato o non in linea con i parametri di trasparenza e qualità definiti dalle normative europee. Una situazione preoccupante, a cui si aggiunge un nuovo allarme per il miele prodotto senza le api, brevettato e già immesso sul mercato da alcune società extraeuropee, che ora minaccia di arrivare anche sugli scaffali dei nostri negozi come prodotto contraffatto, mettendo a rischio la corretta informazione dei consumatori e la sopravvivenza degli apicoltori italiani, che producono miele vero e di altissima qualità. Di fronte a questo scenario, ho presentato un’interrogazione alla Commissione europea per chiedere di frenare l’espansione del miele artificiale e di valutare l’opportunità di vietare del tutto il suo ingresso nel mercato comunitario per tutelare i consumatori da una possibile frode alimentare. Contemporaneamente ho chiesto a Bruxelles più rigore e controlli sul miele importato in Europa per tutelare i nostri produttori, in particolare quelli della provincia di Varese, dove si produce uno dei pochi mieli DOP italiani.

Parrucche e carrozzine elettriche, il mio impegno a fianco di Cancro Primo Aiuto Onlus

L’aspetto psicologico nella guarigione è fondamentale e per questo sono stata davvero molto lieta di partecipare, insieme a numerosi medici e associazioni di tutta Italia, alla presentazione del nuovo catalogo di parrucche promosso da Cancro Primo Aiuto Onlus: si stratta infatti di un’iniziativa preziosa, pensata per sostenere le donne che affrontano le conseguenze della chemioterapia, affinché possano continuare a sentirsi bene con se stesse e sottoporsi alle cure con maggiore serenità. Come ambasciatrice di questa associazione, insieme al Ministro per la disabilità Alessandra Locatelli ho voluto prendere parte anche alla consegna di alcune carrozzine elettriche donate da CPA a diverse strutture sanitarie del territorio nel corso di una bella cerimonia a Villa Fontana di Capriano di Briosco (MB). Grazie al presidente Eugenio Cremascoli e all’amministratore delegato Flavio Ferrari per il loro encomiabile impegno a sostegno di chi soffre. 

AUTONOMIA E 30 KM/H IN CITTA’, IL MIO PUNTO DI VISTA A RETE 4

Clicca qui sotto per guardare il miei interventi a

Stasera Italia del 21 gennaio: 

Bruxelles spreca 400 milioni dei contribuenti per di boicottare i biocarburanti

biocarburanti potrebbero salvare l’Europa dall’elettrificazione forzata, preservando l’industria automobilistica e decine di migliaia di posti di lavoro, soprattutto in Italia, dove questa tecnologia è già sviluppata. Ciononostante Bruxelles ha deciso di boicottare i bio-fuel sostenibili, investendo nella ricerca solo 400 milioni di euro, per di più senza avere una strategia di sviluppo e basandosi su dati vecchi di vent’anni, come ha certificato la Corte dei Conti comunitaria. Soldi dei contribuenti buttati al vento, di cui ho chiesto conto alla Commissione UE, presentando un’apposita interrogazione. L’esiguità dello stanziamento e la mancanza di una prospettiva strategica, infatti, hanno portato il settore a essere poco competitivo e poco attrattivo per gli investitori, nonostante i biocarburanti siano una valida alternativa per una transizione ecologica sostenibile non solo per l’ambiente ma anche per i cittadini, le famiglie e le imprese. Bruxelles ora dovrà dirci chiaramente se ha agito per incapacità o, peggio, per favorire indirettamente la tecnologia elettrica e l’espansione della Cina ai danni dell’economia europea.

Visita la sezione riservata ai Bandi Europei diretti ed indiretti, destinati a impreseenti localiassociazioni e cittadini sul mio sito.
Questo portale favorirà tutti coloro che vogliono partecipare a questi finanziamenti europei, che sostengono progetti destinati allo sviluppo dei nostri territori e alla valorizzazione del nostro tessuto economico e sociale.
Registrandovi al portale, potrete selezionare in modo semplice e veloce le opportunità di sostegno più adatte alle vostre iniziative e ricevere via email costanti aggiornamenti in base alle vostre preferenze.
Accedi dal mio sito
× Benvenuto!